Back to Top

Illich Ivan, H2O e le acque dell'oblio, Macro Edizioni, 1988

Illich Ivan


H2O e le acque dell'oblio

Macro Edizioni


Stato di conservazione:

MOLTO BUONO, piccole tracce d'uso al dorso e piccole imperfezioni ai margini della copertina, interno in ordine

Disponibilità: SI 

- solo 1 copia!

€ 20,00
O

Scheda del libro

Autore Illich Ivan
Titolo H2O e le acque dell'oblio
Sottotitolo Un'inchiesta sul mutamento delle nostre percezioni dello spazio urbano e delle acque che lo ripuliscono
Editore
Macro Edizioni
Luogo di edizione Umbertide
Anno di pubblicazione 1988
ISBN / # catalogo 9788875070083
Lingua
italiano
Pagine / contenuti pp. 93
Formato cm 20,9 x 15,1
Legatura brossura
Note Traduzione di Valeria Milanesio
Stato di conservazione MOLTO BUONO, piccole tracce d'uso al dorso e piccole imperfezioni ai margini della copertina, interno in ordine
Qualità
Prezzo € 20,00

Altre informazioni

Illich traccia una curiosa ricostruzione dei cambiamenti verificatesi nelle abitudini sociali dell'Europa del diciannovesimo secolo: ci spiega come, per esempio, mentre Parigi si nutriva ancora dei ricchi orti concimati con gli escrementi dei suoi cittadini, Londra costruì delle fognature per drenare via i "rifiuti" della città; come la toilette, che tutt'al più prevedeva un asciugamano bagnato, divenne "fare il bagno", che alla fine richiedeva litri e litri d'acqua; come gli imperativi politici portarono all'uso dell'acqua coma un deodorante sia dei corpi che degli spazi. E analizza il modo in cui abbiamo trasformato le antiche acque del mito - il fiume Lete, la profonda sorgente di Mnemosine, le acque che potevano purificare il morto e battezzare il neonato - in una risorsa scarsa che ha bisogno di assistenza tecnica, un liquido che serve a pulire, che "ha perso il suo potere di rispecchiare l'acqua dei sogni".

(dalla quarta di copertina)

 

 

Fuori catalogo, raro!

 

 

Scrivi la tua recensione

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati